Allora sì, faccio un podcast, e lo chiamo Runningsofia

Allora sì, faccio un podcast, e lo chiamo Runningsofia. Perché? Perché mi sembra di avere ancora delle cose da dire sulla corsa, su ciò che alla corsa sta intorno e magari anche dentro, anzi in fondo, nel nucleo più oscuro e più al riparo dai selfie destinati a Instagram. E poi c’è questa cosa del … Leggi tutto Allora sì, faccio un podcast, e lo chiamo Runningsofia

Mentre ero lì al bancone che bevevo una birra alla spina pensando a quanto mi faccia schifo sentir dire “dieci cappa”

Mentre ero lì al bancone che bevevo una birra alla spina pensando a quanto mi faccia schifo sentir dire "dieci cappa", "trenta cappa", "centoventicinque cappa", o leggere "10 k", "30 k", "125 k" anziché "diecimila euro", "trentamila euro", "centoventicinquemila euro", ed è lampante che chi eufemizza così lo fa perché sa perfettamente di stare parlando … Leggi tutto Mentre ero lì al bancone che bevevo una birra alla spina pensando a quanto mi faccia schifo sentir dire “dieci cappa”

Il mio inglese fa schifo e mi sono infortunato correndo e le due cose stanno insieme così

Il mio inglese fa schifo e mi sono infortunato correndo e le due cose stanno insieme così: per trentacinque giorni non potendo correre ero tristissimo e avevo paura di ingrassare però per via dell’essere tristissimo ho bevuto tanto vino, mi ha salvato la cyclette che il padre di Simona mi ha gentilmente prestato, una cosa … Leggi tutto Il mio inglese fa schifo e mi sono infortunato correndo e le due cose stanno insieme così

Ieri all’ora di pranzo, dopo aver ascoltato il mio amico Gastone Breccia

Ieri all’ora di pranzo, dopo aver ascoltato il mio amico Gastone Breccia che a "Quante storie" ha parlato con la sua solita chiarezza di una cosa che chiara proprio non è, cioè l’invasione russa dell’Ucraina, ho visto una puntata de “La signora in giallo”, non tanto per distrarmi dalla brutta notizia quanto perché Agata si … Leggi tutto Ieri all’ora di pranzo, dopo aver ascoltato il mio amico Gastone Breccia