Ieri, non mi era mai capitato, ho assistito a un concerto dalla prima fila

Ieri, non mi era mai capitato, ho assistito a un concerto dalla prima fila. Sapeste che bello, per uno alto centonovantadue centimetri, poter finalmente allungare le gambe. E poi avere i musicisti da qui a lì. Si era a Ulassai, al festival Rocce Rosse Blues. I GSM (ovvero Javier Girotto, Peppe Servillo e Natalio Mangalavite) … Leggi tutto Ieri, non mi era mai capitato, ho assistito a un concerto dalla prima fila

Ieri, con gli allievi del laboratorio di scrittura

Ieri, con gli allievi del laboratorio di scrittura, abbiamo parlato de "Il gorgo" di Beppe Fenoglio, che reputo il più bel racconto italiano del Novecento. Intanto, smettiamo di dire che la lettura di Giovanni Lindo Ferretti circolante in Rete è bella: fa pena. Ferretti legge come un bambino di seconda media e si inciampa pure … Leggi tutto Ieri, con gli allievi del laboratorio di scrittura

Ogni tanto, quando mi guardo allo specchio o mi tocco il lobo sinistro

Ogni tanto, quando mi guardo allo specchio o mi tocco il lobo sinistro, mi ricordo di avere ancora l’orecchino. Mi sembra una cosa struggente e bellissima, l’ultimo grumo di gioventù che se ne sta lì, fieramente anacronistico, spavaldamente impassibile, addosso a un signore che invecchia. Avevo sedici anni, avevamo guardato “Christiane F.” chissà più in … Leggi tutto Ogni tanto, quando mi guardo allo specchio o mi tocco il lobo sinistro