Bisogna conoscere cosa si pubblica oggi

Dice: bisogna leggere la letturatura contemporanea – anzi: bisogna conoscere cosa si pubblica oggi – per capire il tempo presente.

Piuttosto bisognerebbe chiedere, a chi dice così, quale scarto crede che ci sia tra la contemporaneità e le altre epoche. Quanto peso crede che abbiano i social network, le chat, le app, gli MP3, la pornografia on line, i reality show, il print on demand eccetera, rispetto (di fronte) alle età della vita, all’amicizia, all’amore, all’odio, al tradimento, alla morte.

L’esistenza, col suo nucleo immodificabile e resistente a ogni interpretazione, quanto deve spaventare chi presta tutta questa attenzione al proprio tempo!

Il fatto è che ci si illude, rimanendo ossessivamente concentrati sul proprio tempo, di poterlo un giorno conoscere tutto. E, conoscendolo tutto, dominarlo, piegarlo, arrestarlo. Oppure eluderlo.

Garantirsi, insomma, l’immortalità.

 

(pubblicato su Squadernauti il 2 giugno 2015. Illustrazione originale di G. C. Cuevas)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...